Google favorisce i siti Web su HTTPS

Mountain View avrebbe deciso di favorire a livello di ranking i siti Internet che utilizzano il protocollo HTTPS su TLS (HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer) per la sicurezza delle proprie pagine Web e le comunicazioni effettuate dagli utenti.

Tale iniziativa farebbe seguito ad un’altra intrapresa mesi fa dalla stessa Google e risoltasi della migrazione del suo intero network sotto la protezione del noto standard per la crittografia asimmetrica; ora la palla sarebbe passata nelle mani dei Webmaster chiamati ad adeguare le proprie risorse online

I tecnici di Big G avrebbero sottolineato che, almeno per ora, l’influenza dell’HTTPS sul ranking del motore di ricerca dovrebbe essere alquanto leggera e, in ogni caso, meno importante rispetto ad altri segnali per il posizionamento come per esempio la qualità dei contenuti pubblicati in Rete.

L’attuale debole rilevanza di HTTPS sull’algoritmo di Google sarebbe però motivatadall’esigenza di permettere agli utenti di effettuare la necessaria migrazione dal solo HTTP, in futuro invece tale fattore potrebbe divenire anche fondamentale per il livello di ranking.